Skip navigation

Monthly Archives: maggio 2008

Adoro i libri strani e con trame innovative, perciò questa      settimana vi parlo di un libro veramente….strano e visionario.

 n226011 

THE DEVIL INSIDE

di Jenna Black

Immaginate una realtà molto diversa dalla nostra, un mondo dove i demoni camminano tra noi, letteralmente…..

Anni orsono il mondo dei demoni, una dimensione parallela abitata da entità incrporee è entrata in contatto col nostro mondo e ne è nato il caos. Ora esistono leggi, che controllano le possessioni, cioè il mezzo con cui i demoni possono vivere tra noi entrando nel corpo di un uomo o di una donna. Esistono gruppi di adoratori o anche di persone normali, che decidono di ospitare i demoni, con tanto di licenza. Ed Esistono gruppi radicali, terroristi, che odiano i demoni, e fanno scoppiare bombe per ucciderli. Inoltre se alcuni demoni seguono la legge e entrano solo in ospiti regolari, altri, fuorilegge, entrano in corpi umani senza il consenso del proprietario del corpo, per punire questi demoni e scacciarli esistono gli esorcisti e una forza di polizia apposita.

Morgan Kingsley è un’esorcista, e odia i demoni, ma purtroppo si ritrova invischiata in un intrigo demoniaco. I’erede al trono degli Inferi infatti è stato imprigionato dentro di lei, contro il suo volere sia suo che del demone, dal fratello del demone che vuole usurparne il trono. Ora Morgan sarà costretta a collaborare col demone dentro di lei, per cercare di uscire da questo guaio.

Il libro è molto carino e la trama è diversa dal solito, molto innovativa. Belle le scene in cui Morgan ha lunghe conversazioni sol demone nel suo cervello…. aspetto il seguito. 

<!– –>

 

 
Annunci


Giulietta squeenz di Pulsatilla

Giulietta ama i gatti, parla al telefono con i criceti, chiama i topi “tipi”, e tiene per l’eternità una barca rovesciata in un giardino spelacchiato. Giulietta ha la risposta pronta come un coltello affilato, un paio di tette degne di nota, un amico che si chiama Mostro, un marito sposato di corsa, una madre e una nonna che non si fanno i fatti loro, un’amica pronta a tradirla, e una viscerale e spiegabilissima tendenza al suicidio. Ma, cosa più importante, Giulietta a otto anni incontra Daniele, il grande amore della sua vita, che tuttavia non sa di essere il grande amore della sua vita. Da questo momento la vita di Giulietta cambia, raggiungendo abissi di catastrofe mai toccati prima. Un romanzo in cui il destino non va mai nella direzione attesa, e segue un cammino perfidamente tortuoso, disseminato di battute al vetriolo, lampi di romanticismo, e mazzate improvvise come fulmini d’agosto.


La Zona cieca di Chiara Gamberale.
La zona cieca è tutto quello che gli altri – maledettamente e inevitabilmente – colgono di noi ma che a noi sfugge. Lo sa bene Lidia Frezzani, che ogni notte nella sua trasmissione radiofonica Sentimentalisti Anonimi accoglie le confidenze di persone smarrite e confuse. Ma smarrita e confusa è prima di tutto Lidia, da sempre in guerra con se stessa e con gli altri per conquistarsi l’impossibile controllo di ogni emozione, e che un giorno s’innamora di Lorenzo, uno scrittore quarantenne fascinoso e arrogante, totalmente annebbiato dal suo narcisismo. Comincia una storia d’amore dai ritmi serrati, fatta di bugie vere, supposte o mascherate, di tradimenti e piaceri perversi: quello che prova Lidia nello schiantarsi contro l’imperturbabilità e l’apparente indifferenza di Lorenzo, e quello di Lorenzo che sembra godere nel lasciarla fare. In un crescendo di tensione, di abbandoni e colpi di scena, nel continuo tragicomico cercarsi e ferirsi di Lidia e Lorenzo, all’improvviso arrivano le misteriose lettere di Brian, uno sciamano deciso a farsi improbabile protettore di questa improbabile vicenda. Brian ha un’anima e un passato ben precisi e non ha un volto: ma la sua presenza si dimostrerà incisiva. E la sua identità, come l’unica possibile… Con La zona cieca Chiara Gamberale vince una scommessa letteraria tra le più difficili: trasformare una storia d’amore in una vicenda così carica di rivelazioni che sarà difficile abbandonare questo libro senza arrivare alla sua ultima pagina, al suo finale inaspettato.

EDITORE: BOMPIANI


Angelinelli Francesca:nata a Busto Arsizio (Varese) nel 1982. Ha iniziato a scrivere fin da piccolissima, ma, come spesso accade, ha coltivato questa sua passione a fasi alterne. Solo dopo l’incontro con i romanzi di Marion Zimmer Bradley, che considera i suoi primi manuali di scrittura creativa, ha realizzato che ciò che le piaceva leggere, e scrivere, erano romanzi fantasy. Da questo incontro virtuale è scaturita una scelta di genere riguardo a ciò che voleva produrre. Tuttavia altre sue due grandi passioni erano quella per l’archeologia, che l’ ha portata a studiare Scienze dei Beni Culturali a Milano, e quella per il mondo estremo orientale. Passioni che costituiscono fonte di ispirazione continua per i suoi romanzi.

Nel 2005 il racconto Da Ogni Dove è stato pubblicato sul numero 1 di Febbraio/Aprile, anno 11, della rivista Inchiostro. Sempre nello stesso anno il racconto Infiltrato è stato pubblicato nel numero di Marzo della rivista Il Laboratorio del Segnalibro.
Nel 2007 è stato pubblicato per la casa editrice Runde Taarn il romanzo fantasy Chariza. Il soffio del vento e nei primi mesi del 2008 il seguito, Chariza. Il drago bianco, che conclude la serie.

1) Come nasce il personaggio di Chariza, quale è stato il momento in cui hai deciso che lei sarebbe stata la protagonista dei tuo romanzi?
In una serata afosa del mese di Agosto del 2004, mentre guardavo una puntata dell’edizione estiva del programma Alle Falde del Kilimangiaro nella quale davano un servizio sulla Cina e in particolare sul villaggio che si vede nei primi fotogrammi di un dei miei film preferiti, La Tigre e il Dragone. Ho un ricordo abbastanza preciso di quel momento, perché da quella sera, e per quasi un anno, ho lavorato esclusivamente su una serie di racconti dei quali Chariza era protagonista. Solo nel 2005 mi sono decisa a dedicare a lei un intero romanzo.

2) Qual è il tuo rapporto quotidiano con la scrittura, quali le tue abitudini, i tuoi spazi, i
“riti” che quotidianamente ritrovi quando ti metti a scrivere?

Quando studiavo scrivevo tutti i giorni almeno due ore al giorno, preferibilmente al mattino, anche molto presto. Ora lavoro come stagionale, quindi le mie abitudini sono necessariamente cambiante e per alcuni mesi all’anno non ho il tempo per dedicarmi alla scrittura e questo, in alcuni momenti, è frustrante. Tuttavia il resto dell’anno cerco di riprendere un ritmo di scrittura quotidiano, inforco gli auricolari con le colonne sonore che creo per i miei testi, soprattutto grazie alle numerose soundtrack di anime giapponesi che costituiscono la mia collezione di cd, e mi immergo nel mondo del romanzo che sto scrivendo.

3) Molti scrittori sono anche attenti lettori, c’è qualche autore in particolare che ti ha ispirato nella stesura delle tue storie?
Parlando di genere fantasy mi sento molto vicina alla scuola di Marion Zimmer Bradley, ma per quanto riguarda Chariza e lo Si-hai-pai in generale molto del mio background di letture riguarda la letteratura giapponese classica, in particolare il Genji Monogatari di Shikibu Murasaki, il primo romanzo della storia umana, scritto attorno al 900 a .C. Aggiungerei anche che, essendo la mia scrittura molto visiva, devo tanto anche alla mia passione per il cinema wu-xia cinese e per l’animazione giapponese.

4) Progetti per il futuro?
Continuare a scrivere e finire le cose in sospeso! Ho una lista di romanzi ideati, se non già iniziati, che devo assolutamente finire. Tutto questo mentre nuove idee si affacciano impietose. Ma per prima cosa mi occuperò di trovare un editore per due romanzi già pronti: La Leggenda delle Ali, romanzo sempre ambientato nello Si-hai-pai, il mondo di Chariza, ma non legato ai precedenti testi, e La Congrega Bianca , romanzo che invece rompe completamente con al mia produzione precedente perché trattasi di una storia ambientata nel mondo contemporaneo che vede come protagonisti un vampiro e una strega. In linea generale i miei prossimi lavori viaggeranno su questi due binari, quello dello Si-hai-pai, che resta per me una fucina di storie e personaggi, e la sperimentazione di ambientazioni, personaggi e tipologie di storie differenti.

il blog dell’autrice.

Salve a tutti, mi chiamo Weirde e sono stata invitata dall’autrice di questo blog, per collaborare con lei. Così, a partire da oggi, ogni vi settimana presenterò la mia recensione di un libro (o una serie di libri) ancora non pubblicato in Italia che ho letto in lingua originale. I miei generi letterari preferiri sono l’urban fantasy e il paranormal romance, ma leggo veramente di tutto.  Per iniziare bene questo appuntamento settimanale ho deciso di presentarvi una serie di libri scritta da una delle autrici che amo di più in assoluto.

Se avete voglia di leggere qualcosa di bello con protagonisti dei licantropi vi consiglio questa autrice caldamente. Scrive veramente bene, con uno stile chiaro e avvincente e le sue trame sono innovative e molto molto umane. Infatti una delle mie serie di libri preferite in assoluto è la serie di Mercedes Thompson di Patricia Briggs, per ora inedita in Italia. Si compone, fino ad oggi, di 3 romanzi più un racconto breve, ma La Briggs ha fatto sapere che in tutto i libri della serie saranno 7.

Sito dell’autrice: http://www.hurog.com/

1. Moon Called (2006)

 

Trama: 

Mercedes, è una camminatrice, il che significa che può trasformarsi in coyote, non grazie al virus della licantropia, ma grazie alla magia che le scorre nel sangue e che ha ereditato dal padre indiano. Padre che è morto prima della sua nascita. Perciò lei, per quanto ne sa, è l’unica rimasta con questi poteri. E’ stata cresciuta in un clan di licantropi fino a sedici anni e poi ha finito gli studi e ha cominciato a farsi strada da sola. Ora, è una meccanica, il cui ex capo è un fae, una creatura fatata, tra i suoi clienti c’è un vampiro, e il suo vicino di casa è Adam, l’alpha del clan di licantropi della città. Insomma, si può dire che ha una vita interessante, che si complica ulteriormente quando Adam viene ferito e lei sceglie di aiutarlo…

1.5. Alpha and Omega (racconto inserito nell’antologia On the prowl)

book cover of On the Prowl by Patricia Briggs, Karen Chance, Sunny and Eileen Wilks

Questo racconto è ambientato temporalmente durante Moon Called. Charles, fratello di Samuel, si reca a Chicago per indagare su quanto Mercy ha scoperto. Non immagina che durante la sua missione incontrerà una ragazza-licantropo che risveglierà gli istinti del suo lupo che in lei riconosce la sua compagna perfetta.

 

2. Blood Bound (2007)

 

book cover of Blood Bound (Mercedes Thompson, book 2) by Patricia Briggs

Trama:

La vita di Mercy si è molto complicata da quando Samuel, il suo primo amore, e Adam, il suo vicino, hanno cominciato a corteggiarla. Entrambi sono licantropi e se non farà presto una scelta, finiranno per azzannarsi. A complicare ulteriormente le cose, Stefan, uno dei suoi clienti e un vampiro, le chiede un favore. Lei decide di aoutarlo, ma se ne pentirà, perchè scoprirà che i vampiri odiano i camminatori come lei……

3. Iron Kissed (2008)

 

book cover of Iron Kissed (Mercedes Thompson, book 3) by Patricia Briggs

Trama:

Stavolta Mercy deve aiutare, Zee, il suo ex capo, accusato di omicidio. Per provare la sua innocenza dovrà entrare in contatto con il mondo fae, molto pericoloso e misterioso. Per fortuna può contare sull’aiuto di Adam e Samuel, tra cui deve scegliere un compagno…..

4. Bone crossed

Image and video hosting by TinyPic

it will be realeased a Febbraio 2009 (che lunga attesa!)

 

A luglio Patricia Briggs pubblicherà inoltre il primo libro di una nuova serie (spin-off di quella su Mercedes) dedicata ai personaggi del suo racconto breve, Alpha e Omega, con protagonisti Anna e Charles, e che si intitolerà Cry wolf.

Image and video hosting by TinyPic

<!– –>

A maggio la nuova collana Marsilio Editore curata da Jacopo De Michelis, Errico Buonanno e Chiara Gizzi.
Da sempre, la X sta a indicare il mistero, l’ignoto, il dubbio. X è l’incognita da trovare in un’equazione, il punto che indica il tesoro sulla mappa.
La X rappresenta per Marsilio Editore il volto ancora sconosciuto della letteratura di domani, ma anche la posta in palio di ogni autentico lavoro di scrittura, perché se la letteratura non è ricerca, innovazione, azzardo, non è nulla.Marsilio X crede nelle storie e nel fascino della narrazione, in una letteratura che ha qualcosa da dire e nuovi modi per dirlo, che vuole parlare al mondo e del mondo. Una letteratura che si apre al pubblico, capace di suscitare emozioni senza per questo rinunciare a porsi come strumento di riflessione e conoscenza del presente.

La collana accoglierà autori esordienti, come è nella tradizione di una casa editrice che ha sempre valorizzato i nuovi talenti, ma anche scrittori sperimentati che hanno storie da raccontare e ai quali non basta vivere di rendita.

Fucina di idee, luogo di incontro e di dibattito, Marsilio X sarà dunque uno spazio dalla poetica indefinita ma dagli scopi chiarissimi, in cui si potranno scontrare e confrontare concezioni letterarie eterogenee e visioni contrastanti della contemporaneità.La letteratura che sta nascendo è la nuova incognita, e ‘X’ il punto dove mettersi a scavare.
La collana è curata da Errico Buonanno, Jacopo De Michelis e Chiara Gizzi.

La collana Marsilio X e i suoi autori partecipano alla campagna “Scrittori per le foreste” lanciata da Greenpeace. I volumi sono stampati su carta riciclata senza cloro e con alte percentuali di fibre post-consumo, e non hanno comportato il taglio di un solo albero.

Kagen no Tsuki (Ultimi Raggi di Luna) edito in Italia dalla Planet Manga è stato scritto di seguito a Gokinjo Monogatari (Cortili del Cuore), ma a differenza di quest’ultimo è pervaso da un’atmosfera misteriosa e da temi che si discostano da quelli trattati in precedenza, come ad esempio la vita dopo la morte. I protagonisti sono Mizuki e Adam. Lei è una ragazza di 17 anni che poco si adatta alla nuova situazione familiare, visto che sua madre è morta e suo padre si è risposato. Inoltre scopre che suo padre ha tradito sua madre mentre questa era ancora in vita e che anche il suo ragazzo la stava tradendo con la sua migliore amica. A questo punto entra in scena Adam, rockstar dal passato sconosciuto. I due si innamorano e vanno a vivere insieme in una bellissima villa, ma Adam un giorno decide di partire e chiede a Mizuki di andare con lui. Mentre la ragazza attraversa la strada per raggiungere Adam dall’altra parte, viene investita da un’auto. Il suo spirito incontra quello di Hotaru Shiraishi, una bambina anch’essa investita da un’auto mentre era alla ricerca del suo gatto Lulu, la quale riesce a trovare la via del ritorno alla vita grazie allo spirito del suo gatto. Hotaru si riprende dal coma e un giorno mentre insegue un gatto che assomiglia a Lulu entra in una casa nella quale si ode una dolce melodia suonata al pianoforte. Ed è così che Hotaru ha la possibilità di reincontrare Mizuki, la quale ha perso la memoria. Hotaru è l’unica che può vederla e le darà il nome di Eve. Comincia così la ricerca da parte di Hotaru e dei suoi amici del perduto amore di Eve, Adam. L’impresa è resa ancora più ardua dal fatto che la ragazza non ricorda nulla del proprio passato. Gli unici indizi che i piccoli detective hanno a disposizione sono un anello con le iniziali S.K., una melodia che Eve suona al pianoforte e la divisa scolastica della ragazza….

In Italia venne pubblicato nel dicembre del 2000 con il titolo “Ultimi Raggi di Luna” dalla Planet Manga ed era composto da 6 volumetti (ndr: solita edizione sottiletta che ci tocca sorbirci!) alla modica cifra di Lire 3.500 (1,80euro/circa).
Però nel marzo 2006 ne è stata fatta una ristampa “collection”, con volumi del tutto simili agli originali (infatti sono in totale 3), al prezzo di 5 euro l’uno.

Biografia dell’autrice.

A maggio esce in libreria per Orecchio Acerbo Il racconto del lombrico, un racconto in versi di Nino De Vita, uno dei più autorevoli poeti contemporanei che questa volta si rivolge ai bambini.
Un racconto, pubblicato con a fronte il testo originale in dialetto siciliano, sui mali della giustizia e della democrazia, una parabola semplice e immediata contro la demagogia e la scorciatoia dei capri espiatori, ma anche contro la pena di morte.
Parla con la voce della poesia ai bambini. “E ccu è c’u sapi, forsi era ‘nnucenti” “E chi lo sa, forse era innocente”. Il protagonista del racconto, quell’unico e solitario lombrico che vive nell’orto con gli altri animali viene accusato di mangiare la terra. Chiamato a rapporto dagli altri animali dice: “Sì, mi nutro mangiando la terra”. “A morte” fanno gli altri. E, in effetti, il lombrico viene condannato a rimanere nell’orto e a non mangiare più la terra, finché, mancandogli il cibo di cui si nutre muore. Eppure dopo la sua morte… “Ma picchìnni ‘sta casèntula era pi’ vui nnucenti?” “picchì ‘u viddanu aeri, ma puru ‘sta matina arruvauàu ‘i chiantìmi ri àgghia e sparaceddu morti” “Ma perché questo lombrico era per voi innocente?” “Perché il contadino ieri, ma pure questa mattina ha trovato piantine di aglio e broccoletti morte”.

editore: orecchio acerbo

Racconta perchè vorresti leggere il libro “Di mattina presto, a digiuno“

e manda una mail a: 9muse@9muse.net:

in palio 10 copie per le motivazioni più curiose e interessanti.Hai tempo fino al 30 giugno 2008.
I vincitori e le rispettive motivazioni saranno pubblicati su:
edizioni9muse.wordpress.com
entro il 15 luglio 2008.


Lei che nelle foto non sorrideva Di Cinzia Bomoll
Una madre muta e immobile come una bambola rotta, un padre che ha piùdimestichezza con i maiali che con gli esseri umani. Ester e Alice, duesorelle gemelle legate nell’anima da una dipendenza reciproca e feroce,crescono in un paesino nebbioso e anonimo vicino Modena. Ester, con i capellitinti di nero, autolesionista e sessualmente promiscua, mette in scena fintisuicidi come il protagonista del suo film preferito, e si lascia fecondare dalmale e dall’amore. Alice, bionda, sessuofoba e intransigente, sembra inveceaccordata sulla nota stonata di una purezza ombrosa e risentita. Sullo sfondodi una provincia emiliana monotonamente verde finiscono negli stessi buchineri, inghiottite dall’insoddisfazione e dalla rabbia.

Editore: Fazi


Cacciatori di vampiri di Colleen Gleason
Da generazioni i Gardella sono cacciatori di vampiri: al compimento della maggiore età i discendenti sono chiamati ad accettare il destino della famiglia. Questa volta la prescelta è Victoria. Mentre la stia vita si snoda tra la folla delle sale da ballo e le strade solitarie illuminate dalla luna, il suo cuore è diviso tra il più ambito scapolo di Londra, il marchese di RockLey, e il suo enigmatico alleato, Sebastian Vioget. E quando si ritroverà faccia a faccia con il pii potente vampiro mai esistito sulla terra, Victoria dovrà compiere la scelta estrema tra amore e dovere.
Ambientato tra gli splendori e le ombre della Londra di inizio Ottocento, Cacciatori di vampiri è un’appassionante storia di sangue, di soprannaturale, d’amore e morte. L’inizio di una saga, quella dell’Eredità dei Gardella, destinata a travolgere i lettori.
La storia della famiglia Gardella è veramente affascinante e prende l’avvio quando il primo Gardella fu chiamato a combattere i vampiri nel primo secolo a Roma, i componenti della famiglia Gardella sono stati scelti per assumere il compito di liberare il mondo dei malvagi non morti.
prescelti faranno una serie di cinque orribili sogni e saranno istruiti al compito e dovrà superare una prova: cacciare e uccidere un vampiro.
Ora questa terribile scelta è caduta su una ragazza: Victoria. Riuscirà a superare la prova?

Newton Compton editori, collana Nuova Narrativa Newton 90, pag. 276, euro 9,90
ISBN 978-88-541-0961-2

Echo di Francesca Lia Block. Vi ricordate Angeli Pericolosi? Il team di libri metropolitani ha perso la testa per quel romanzo e finalmente la Elliot edizioni pubblica un nuovo romanzo della stessa autrice.

Echo è giovane. Ha un nome da ninfa eppure non si sente a suo agio: un brutto anatroccolo. Ha una madre troppo bella, un angelo o una dea, e un padre troppo intelligente, un artista maledetto. Quando il padre si ammala gravemente e la madre si dedica soltanto a lui, troncando qualsiasi legame con il mondo esterno, Echo esplode. Va in pezzi. Si tinge i capelli di verde, dimagrisce, si fascia in abiti punitivi. Inizia a vagabondare pericolosa e pericolante tra i rischi e le facili attrattive di una città che sembra uscita dal mito ed è invece fin troppo reale, “una città di maghi, stelle del cinema e pagliacci innamorati”. Fantasmi e vampiri e fate e sirene e scheletri, ma anche ragazzi e ragazze alla disperata ricerca di dolcezza e verità, la accompagnano o le sbarrano il cammino. Echo vuole essere vista, considerata. Vuole essere amata, e per questo è disposta a rinunciare a tutto. Anche a se stessa, con il rischio di non rimettere a posto i tanti pezzi in cui si è rotta, con il rischio di rimandare un lieto fine nel quale inconsapevolmente spera.

Editore: Elliot Edizioni


La ragazza dei miei sogni di Francesco Dimitri.
Cosa succede quanto incontri la ragazza dei tuoi sogni? Cosa succede se dopo un lungo periodo di solitudine giunge la ragazza perfetta, l’incarnazione di ogni tuo desiderio d’amore, di sesso, di amicizia? Potresti semplicemente esserne felice. Ma potresti anche incontrare un mago punk, svelare l’Incanto che scorre tra le strade di città, scoprire che la realtà nasconde meraviglie ed orrori di cui non sospettavi l’esistenza. E potresti perfino capire a chi Domenico Modugno ha davvero dedicato Il Vecchio Frac. Perché ogni amore presenta un volto oscuro, e dietro ogni sogno l’incubo è in agguato. Non è possibile affrontarlo senza sacrificare qualcosa.
Chi non ha paura dell’amore non lo conosce.

Dello stesso autore a giugno….
Nelle notti romane ci sono bambini che sognano, e che nel sogno, ogni volta, ripetono il viaggio verso una grande isola che non c’è. Nelle notti romane ci sono ville borghesi illuminate dalla luna piena, e dai giardini delle ville spesso s’innalzano, non visti, dei mastodontici galeoni pirata. Nelle notti più fredde di una Roma moderna, pulsante, segreta, qualcuno ormai comincia ad avvertirlo: uno spirito folle sta bussando alla porta, uno spirito anarchico, pronto a tornare per rapirci. Qualcuno lo vuol chiamare Peter; un tempo era noto come Pan.

Tra mito, pop, psichedelia e vecchio racconto d’avventura, Francesco Dimitri riesce a costruire un romanzo affascinante nei toni e nelle suggestioni quanto avvincente nella trama. A cento anni di distanza dalla sua prima comparsa, il Peter Pan di Barrie rivela oggi più che mai la propria carica eversiva, la propria primordialità vitale, il proprio rifiuto verso ogni forma di dogmatismo. Nei cieli di Roma lo scontro si sta preparando: bambini e pirati, vecchie e nuove divinità, in un’inquietante favola nera che finirà per insegnarci come, talvolta, per vedere il mondo del sogno dal mondo reale, non serva altro che alzare la testa.

Francesco Dimitri

Capita che le stelle si sciolgano nel lavandino in cui ci laviamo denti, che una parte di noi precipiti nei sotteranei della nostra anima,ma capita anche che le barbie dimenticate nella cesta dei giochi prendano vita andando alla ricerca di nuovi incontri. Queste sono le impressioni che ho avuto leggendo Popper e Stelle liquide,romanzi editi da Prospettiva editore.
Jack ti prende per mano e ti fa scendere nei gorghi di una variegata umanità dove puoi incontrare te stesso e nessuno. Tra griffe, videogames e pseudomedicinali s’incastra una generazione che consuma la vita così come gli è stata consegnata: un “take-away” dell’essere. In un rollercoast di emozioni, unico luogo già globalizzato senza confini, slanci lirici atterrano fragorosamente nel fango che imbratta l’innocenza dei personaggi rappresentandoci così l’allegorico divario tra natura sensibile e il feticcio – mondo reale che li circonda. Forse sono giovani perdenti, ma alla fine i sentimenti rimangono la forza di propulsione che, chissà, li salverà dal nichilismo del nuovo millennio.
Il guidatore della navicelle terrestra che solleva dal basso i nostri pensieri è Carlo Scanferla,nato nel 1982 a Dolo (VE) e risiede in uno dei comuni della Riviera del Brenta, scrittore e poeta vive l’arte sperimentandone ogni sua espressione. Con il gruppo degli Headless compone musica elettronica e lavori di “Lirica multisensoriale”. Studia Arte presso l’AMS di Padova. Stelle liquide è il suo romanzo di debutto.
Amerete o odiarete questo libro. I protagonisti, o meglio le protagoniste metropolitane di queste storie, vivono una sofferenza che prende vita sotto forma di colori sgargianti ed esperienze estreme, di tubi catodici pieni di solitudine, di alcolici & psicofarmaci, di sesso improprio e autodistruzione.
A dominare è il tedio, che sommerge le giornate, gli spiriti e le esistenze di ragazze-bambole vittime di loro stesse, in perpetua decadenza.
La sopravvivenza è affidata alla dipendenza: sessuale, televisiva, tossica, affettiva.
Poppers racconta di una generazione derealizzata, inconsapevole, confusa, spenta, abulica, disillusa e quindi artificialmente incantata; una generazione che spegne il dolore mandando giù una pillola, che non vive ma sopravvive, anestetizzandosi. Una (DE)generazione.
Il non comune autore è Luca Mainini, nato a Novara. E’ scrittore e poeta. Si dedica alla pittura, alla fotografia digitale, alla sceneggiatura e alla creazione di ‘sculture’ utilizzando Barbie, bambole e giocattoli; artista della ‘post-new-generation
.
Entrambi i romanzi sono editi dalla Prospettiva editore, venduti al prezzo di 10 euro.Comprateli e timbrate il biglietto per un viaggio visionario. Potete benissimo stare comodi sul divano in tinta blu del vostro salotto.

Togneri S. Cose da non dire
240 pagine che vi terrano con il fiato sospeso.Una telefonata nel cuore della notte sveglia Gerardo Ferri, un giovane gioielliere fiorentino. Una donna urla disperata che la vogliono ammazzare e implora il suo aiuto. Dieci minuti dopo è troppo tardi. Ferri va all’appuntamento e scopre un corpo disteso senza vita in una cabina telefonica, il ricevitore che penzola nel vuoto, una pozza di sangue che si allarga sulla lamiera grigia del pavimento. Chi è stato? E perché quella perfetta sconosciuta ha chiamato proprio lui? Chi le ha dato il suo numero? Ma Ferri non fa in tempo a riordinare le idee, arrivano i carabinieri e lo arrestano. È caduto in una trappola. Qualcuno lo ha incastrato.
Da quel momento non avrà al suo fianco che Rebecca, la sua ragazza, la sua candida anima gemella. Fino a quando… Perché nulla è come sembra e dietro l’apparenza ordinata e un po’ scialba di tante vite qualunque si nascondono finzioni, segreti inconfessabili, vendette. Quella di Gerardo Ferri sarà una lenta discesa all’inferno, tanto più terribile perché coinvolgerà gli affetti più cari e sporcherà di sangue le mani più insospettabili. Fino alla catarsi finale, inevitabile e sconvolgente.

Qualche informazione sull’autore:
SIMONE TOGNERI si è diplomato in pittura all’Accademia di Belle Arti di Firenze. Presso le Edizioni L’Età dell’Acquario ha pubblicato il suo primo romanzo, Dio del Sagittario.

edito:l’età dell’acquario


Tenshi Kinryoku, più conosciuto col titolo internazionale di “Angel Sanctuary“, è il manga più lungo e più famoso di Kaori Yuki. Pubblicato dalla Hakusensha su Hana to Yume a partire dal 1995 e si è concluso nel 2001 a quota 20 tankobon.
La storia si ambienta nel quartiere S. di Tokyo nell’anno 1999 ed il protagonista è Setsuna Mudou un ragazzo di 16 anni tormentato dal dolce e tenero amore che prova verso la sorella minore Sara. Questo suo sentimento gli porterà molte sofferenze ed anche quando scoprirà che sua sorella lo ricambia, i suoi problemi non finiranno. Infatti viene a sapere che lui non è altri che la reincarnazione della grandiosa Alexiel, un angelo femminile. Da quel momento la sua vita cambierà e verrà travolta da una girandola di eventi, fra cui il risveglio del bellissimo Rosiel, lo spietato fratello di Alexiel, che desidera a sua volta riportare in vita la sua amata sorella (Setsuna infatti non possiede i ricordi di Alexiel, almeno all’ inizio della storia ^_^). Con l’avanzare dei volumetti si aggiungeranno numerosi personaggi sia amici (come la principessina Cry e suo cugino, il sexy-travestito Arakune) che nemici (come il tirannico e spietato Sevoftarta ed i sette demoni infernali) e la storia prenderà toni sempre più cupi mostrandoci una vera e propria lotta fra Angeli e Demoni.
Il manga di Angel Sanctuary è decisamente “crudo” per essere uno shoojo e non mancano di certo scene di combattimenti, spargimenti di sangue, torture e stupri. Nonostante questo i sentimenti non vengono messi in secondo piano, anzi, sono il pilastro principale di questo fumetto. Molte volte questi sono puri e dolcissimi anche se proibiti (come l’amore fra Sara e Setsuna), altre perversi e ossessivi (come l’amore a senso unico del Cappellaio Matto verso Lucifero), altre ancora impossibili e tormentati (Lucifero ed Alexiel) e si potrebbe continuare per molto ancora.
I disegni di questa opera sono accurati, ricchi di retini e le tavole, molte volte, vengono dominate da colori cupi e scuri. I personaggi sono rappresentati magnificamente e caratterizzati altrettanto bene.

Il manga in Italia viene pubblicato dalla Planet Manga


La mano che non mordi Di Ornela Vorpsi

Esiste una lingua per raccontare lo spaesamento? Tutto parte da un viaggio aSarajevo: un tuffo nel cuore dei Balcani, generoso e polveroso come neiricordi d’infanzia. Qui la pioggia bagna la pelle più in profondità chealtrove. La morte è più sorprendente e ha più sapore. Come un assedio, ad ognipasso risuona “l’esperanto balcanico”, quel linguaggio inudibile e perentorioche non è possibile lasciarsi alle spalle. Un romanzo vivo, caustico, unascrittura apolide leggera e penetrante come le emozioni di cui si nutre.Ornela Vorpsi è nata a Tirana, dove ha vissuto fino a 22 anni. Ha studiatoBelle Arti in Albania, poi, dal 1991, all’Accademia di Brera. Scrive initaliano. Il suo primo romanzo, “Il paese dove non si muore mai”, ha vintocinque premi ed è stato tradotto in dieci paesi.
Editore: Einaudi
Data di pubblicazione: Jan 01, 2007

<
Presa elettrica Di Taguchi RandyDopo una notte di sesso con il suo collega Rimura (una notte tanto intensa dafarla sentire come rinata), la giovane broker Yuki tornando a casa scorge inlontananza suo fratello Taka con il loro cane Shiro. Eppure questo dovrebbeessere impossibile visto che il cane dovrebbe essere morto da parecchi anni.Poco dopo Yuki riceve una telefonata dei suoi genitori che le annuncia lascomparsa di Taka, apparentemente lasciatosi morire di inedia nel proprioappartamento e ritrovato praticamente decomposto circondato solo da prese dicorrente nella casa vuota. Per Yuki è l’inizio di un viaggio alla scoperta delmistero dietro la morte del fratello che la porterà a conoscere anche ilproprio straordinario potere di sciamana sessuale.
L’indagine procede spaziando dall’antropologia alla neuropsichiatria parallelamente all’aggravarsi delle sue condizioni e sfocia in una crisi schizoide delirante nel corso della quale Yuki giunge all’intuizione dell’intima struttura spirituale dell’universo. Superata la crisi, Yuki rinasce a nuova vita come “presa elettrica”, ovvero come una sorta di neosciamana metropolitana in grado di rimettere in contatto con la dimensione cosmica originaria coloro che dell’aspetto più pedestre, massificato e straniante della vita quotidiana risentono in maggiore misura.

Editore: Fazi
Data di pubblicazione: Jan 01, 2006